REGES Riduzione Emissioni Gas Effetto Serra per Siena Carbon Free 2015

Il monitoraggio di emissioni e assorbimenti di gas serra a scala territoriale, sviluppati nell’ambito del progetto di ricerca REGES 2008-2013 a cura di Ecodynamics group ha ottenuto, primo caso al mondo, una certificazione ISO14064.

Ecodynamics Group has developed a greenhouse gas (GHG) inventory in the area of the Province of Siena and achieved an ISO14064 certification for the carbon emission-absorption balance at the territorial scale. First case in the world.

 

REGES_signal_LR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1. RISULTATI DEL PROGETTO REGES 2008-2015.

 

Nella Provincia di Siena, la quantità di gas serra emessi in atmosfera è complessivamente compensata dalla quantità di CO2 assorbita dagli ecosistemi locali.
Questa constatazione è un risultato del progetto REGES – Riduzione delle Emissioni di Gas a Effetto Serra – che consiste in un’azione di monitoraggio delle emissioni di gas serra e assorbimenti di CO2 nel territorio della Provincia di Siena. L’inventario dei gas serra, a cura di Ecodynamics Group (Università di Siena), è stato redatto in conformità con le linee guida IPCC2006 (Intergovernmental Panel of Climate Change), includendo i settori energetico, industriale, agricolo, dell’allevamento, dei rifiuti e delle gestioni forestali (impostazione scientifica).
I risultati del monitoraggio sono stati sottoposti ad un’azione di controllo e verifica e il bilancio emissioni-assorbimenti è stato certificato ISO 14064 dall’ente certificatore RINA SpA (funzione di controllo). Si tratta del primo caso europeo di un bilancio gas serra certificato a scala territoriale locale.
Contestualmente con l’inizio del progetto REGES, nel 2008, la Provincia di Siena, che presentava una capacità locale di assorbimento pari al 70% delle emissioni, ha lanciato il programma politico Siena Carbon Free, con l’obiettivo di raggiungere il pareggio del bilancio di carbonio entro il 2015. L’obiettivo è stato raggiunto in anticipo grazie ad una serie di politiche e buone pratiche promosse e attuate dall’amministrazione provinciale (azione politica).

 

diagramma-ita_LR

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto REGES è il risultato della combinazione di tre elementi (in loop):
1. impostazione scientifica; 2. funzione di controllo; 3. azione politica

 

1.1. Impostazione scientifica: il monitoraggio delle Emissioni di Gas a Effetto Serra.
L’inventario delle emissioni di gas serra costituisce lo strumento di monitoraggio e controllo delle emissioni di gas serra di nazioni e organizzazioni. Il coinvolgimento degli enti locali nelle strategie di riduzione delle emissioni è una condizione necessaria per l’adempimento di obiettivi nazionali. Conoscere lo stato delle emissioni e degli assorbimenti a scala locale è un fondamentale presupposto per progettare scenari di mitigazione-compensazione e intervenire con misure efficaci nel contesto di specifici ambiti territoriali.
Il progetto REGES consiste nel monitoraggio annuale delle emissioni di Gas a Effetto Serra a cura del Gruppo di Ecodinamica dell’Università di Siena. Questo inventario è stato predisposto per individuare le principali sorgenti di emissione, sia antropiche che biogeniche, e stimare la capacità di assorbimento di CO2 da parte degli ecosistemi locali. Il calcolo è stato effettuato sulla base delle 2006 IPCC Guidelines for National Greenhouse Gas Inventories, adottando un approccio bottom-up, ovvero utilizzando dati direttamente rilevati nel territorio.
Il monitoraggio sistematico dal 2008 al 2013 ha permesso di fotografare complessivamente lo stato del territorio in termini di bilancio gas serra e quindi verificare gli effetti delle varie iniziative promosse dall’amministrazione provinciale in diversi settori di attività e misurarne gli esiti reali. La redazione annuale del bilancio emissioni-assorbimenti dei gas a effetto serra ha due obiettivi: produrre informazioni rilevanti in forma chiara e semplice, che possono orientare le politiche locali; valorizzare gli effetti di tali politiche e quindi intervenire per verificare gli esiti e massimizzare l’efficacia delle azioni promosse dall’amministrazione.

 

1.2. Funzione di controllo: certificazione ISO14064 del bilancio emissioni-assorbimenti.
Nell’ambito del progetto REGES, il ruolo dell’ente certificatore indipendente è quello di svolgere una funzione di controllo e avvalorare la procedura di monitoraggio e la conseguente valutazione degli effetti delle politiche attuate. La funzione della certificazione di conformità alle norme ISO14064 è quella di evitare l’autoreferenzialità della ricerca, valorizzare l’esito del progetto e, sorvegliando il rispetto dello standard internazionale, garantire la confrontabilità e riproducibilità dei risultati.

 

1.3. Azione politica: misure, piani e programmi promossi e attuati dall’amministrazione provinciale e altri soggetti.
Sulla base delle informazioni rilevate attraverso il bilancio emissioni-assorbimenti di gas serra sono state individuate possibili azioni politiche di mitigazione degli impatti in vari settori, nell’ambito del progetto politico Siena Carbon Free. Segue una breve descrizioni di alcune delle principali azioni attuate dall’Amministrazione Provinciale e dal suo braccio operativo per i progetti REGES e Siena Carbon Free, l’Agenzia Provinciale per l’Energia, l’Ambiente e lo Sviluppo Sostenibile (APEA):

 

[table id=4 /]

 

 

2. REPLICABILITA’ DEL PROGETTO REGES.

 

Il progetto REGES rappresenta un percorso replicabile a livello territoriale. L’esperienza maturata in Provincia di Siena ha dimostrato come sia possibile aprire nuove prospettive di sviluppo per i territori locali. La procedura condivisa da amministrazione, ente di ricerca e autorità di controllo aumenta la consapevolezza e il grado di accettabilità e condivisione delle scelte amministrative ed è potenzialmente estendibile a nuove politiche di governo del territorio, anche in chiave di promozione e marketing territoriale a vantaggio delle aziende locali, del turismo e del benessere socio-economico della popolazione.

 

Un aspetto rilevante del bilancio è la visione d’insieme su vari settori di attività e il coinvolgimento di più soggetti. Una prospettiva auspicabile consiste nello sviluppo di un monitoraggio diffuso capillarmente sul territorio e dettagliato per differenti settori di attività, dalle attività produttive (prodotti agroalimentari e manifatturieri) alle turistico ricettive (alberghiere, ricreative, ristorazione, ecc.).

 

In generale, la natura sito-specifica della ricerca permette di individuare problemi e peculiarità di ogni territorio, rendendo chiaro che ogni area o regione ha il suo percorso “carbon free”. L’adozione del modello iterativo strutturato sulle tre fasi, scientifica, di controllo e politica, facilita l’individuazione dei settori di intervento per la riduzione delle emissioni serra e agevola la validazione delle scelte nella direzione dell’obiettivo “carbon free”.

 

Il ruolo della Comunicazione è determinante in azioni informative e promozionali con potenziali ricadute sulle attività imprenditoriali del territorio che intendono allinearsi con l’obiettivo “carbon free”. In particolare, due tra le principali azioni che possono avere ripercussioni durature sul territorio sono: a) la funzione di sensibilizzazione della popolazione su un tema di grande attualità (si pensi alla COP 21 di Parigi); b) lo sviluppo di attività di marketing, di tipo territoriale, di settore o di singolo processo/prodotto, che può essere ispirata dai risultati del progetto.

 

 

Altre info in REGES 2008-2013.

 

REGES_signal_LR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1. RESULTS FROM THE 2008-2015 REGES PROJECT.

 

In the Province of Siena, GHG emission is totally compensated by the CO2 uptake by local ecosystems.
[Scientific approach] This achievement is based on an annual monitoring performed by the Ecodynamics Group (University of Siena) in compliance with the IPCC2006 guidelines (Intergovernmental Panel of Climate Change) including the following sectors: energy; industry; agriculture and breeding; waste management and forestry.
[Control/certification] Results from the GHG inventory have been controlled and reviewed by the certification body RINA SpA and finally certified in compliance with the ISO14064 standard (Carbon Balance). To our knowledge, this is the first world case of a certified GHG inventory at the territorial scale.
[Policy] Based on results from the first inventory (70% emission locally compensated by carbon uptake in 2008), the provincial administration of Siena started a political campaign to achieve the ambitious goal of carbon neutrality in 2015. Due to the implementation of good practices, together with other factors, Siena concretely reached the goal of carbon neutrality (2011).

 

diagramma-ita_LR

 

 

 

 

 

 

 

The REGES project combines three elements in a loop: 1) scientific approach (University); 2) control/certification (independent certification body) 3) policy (provincial administration).

 

1.1. Scientific approach: Greenhouse Gas inventory.
The GHG inventory is a standard method for monitoring GHG emission of Nations. The active engagement of local authorities is a strategic condition for achieving the national goals of GHG emission mitigation and decrease. Knowing the state of carbon emission and absorption in sub-national regions is a valuable requisite for planning more specific solutions at the local level.
The REGES project provides a systematic GHG inventory in the area of the Province of Siena. The inventory includes both the main GHG emission sources, either anthropic or biogenic, and carbon sinks (i.e. carbon uptake by local ecosystems), based on a bottom-up approach (data directly collected in the area) in compliance with the 2006 IPCC Guidelines for National Greenhouse Gas Inventories.
Outcomes from the 2008-2013 time-series analysis allowed for detecting the initial state (in terms of GHG emission) of the regional system and its progress in time and to estimate the effects of concrete actions promoted by the administration in different sectors. The annual carbon emission-absorption balance has two main outcomes: it informs policy makers and addresses choices based on real data monitoring; it highlights effects of good practices and accomplished policies, contributing to maximize results.

 

1.2. Control/certification: ISO14064 certificate for the carbon emission-absorption balance.
The independent certification body is a key element in the REGES project. It allows for a critical review of the GHG inventory and a correct monitoring of outcomes relative to the accomplished good practices. It also avoids self-sufficiency, validates results in compliance with the ISO14064 standard and allows for comparison and repeatability of the monitoring process.

 

1.3. Policy: measures promoted by the Province of Siena.
Based on outcomes from the GHG inventory, possible mitigation solutions and measures have been promoted in different sectors of activity. These were part of a political plan, namely Siena Carbon Free 2015. A list of the main actions promoted by the administration, together with the Provincial Agency for Energy, Environment and Sustainable Development, follows.

 

[table id=5 /]

 

 

2. REPEATABILITY OF THE REGES PROJECT

 

The REGES project is a repeatable experience in sub-national regions, opening new developmental perspectives for local communities. The applied methodology, concerning on a joint effort of local administration, research body and control authority, contributes to increase feasibility and agreement around political decisions. Based on outcomes from the monitoring process, specific and innovative solutions for territorial management can be implemented and achieved goals used to enhance visibility of local enterprises, promote tourism and increase social and economic welfare within a sustainable rationale.

REGES introduces a systemic viewpoint on regional systems, comprehensively focussing on different sectors of activity and involving many stakeholders among policy makers, entrepreneurs and citizens. The GHG inventory is conceived to provide detail information on specific sectors of activity, including agriculture, breeding, industry, waste management, tourism and can easily involve people operating in these sectors (e.g. food production, tourist services, industrial and crafts manufacturing).

The site-specific approach allows for highlighting problems and peculiarities of each region, figure out specific solutions and define a proper pathway towards sustainability. The iterative method, involving administrations, research bodies and control authorities, was demonstrated to enhance political decisions on the basis of scientific proofs and validating processes. These aim to make choices and increase acceptance around a common “carbon free” target.

As part of the REGES project, external communication is crucial for deployment and dissemination. It helps to prompt new initiatives among local entrepreneurs, associations and citizens addressed to the “carbon free” target and exploit results, also in terms of promotion and marketing. Communication has therefore a double issue: a) engaging people in taking part in the transition process towards a carbon neutral society; b) promoting new market oriented initiatives based on a specific brand, to be shared by different activities and services within the region, as a label of products, tourist services and other public or private regional services explicitly addressed to the “carbon free” target.

 

 

Details in REGES 2008-2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *