cv_GuerrantiColle di Val d’Elsa, 15/05/1974

Cristiana Guerranti si è laureata presso l’Università degli Studi di Siena, con lode, in Biologia (curriculum ecologico-ambientale), con una tesi dal titolo “Modulatori endocrini nell’uomo: indagine sulla presenza di composti organoclorurati nell’adipe e nei tessuti estrogeno sensibili “. Dopo la laurea, ha continuato a svolgere attività di ricerca nel campo degli effetti della contaminazione ambientale sulla salute umana, ottenendo un dottorato di ricerca in Scienze e Tecnologie Applicate all’Ambiente presso l’Università di Siena, con una tesi dal titolo “Indagine sulla la presenza di composti organoalogenati nei prodotti alimentari e la dieta della popolazione dell’area senese” e successivamente un assegno di ricerca con un progetto dal titolo” Qualità e sicurezza dei prodotti alimentari tipici toscani: contaminanti ambientali e microbici nei prodotti DOP e DOCG “.
Le principali competenze pratiche includono cromatografia (HPLC e GC con i sistemi di rilevazione diversi, tra cui MS), diverse tecniche analitiche per la purificazione dei campioni e tecniche di campionamento ambientale, apprese sul campo, con la partecipazione a campagne di campionamento numerosi organismi bioindicatori, terreni, sedimenti marini e aria.
Le principali competenze teoriche riguardano la contaminazione da inquinanti organici, in particolare di interferenti endocrini, in matrici biologiche e abiotiche, tessuti umani e nei fluidi corporei, in particolare, e nei prodotti alimentari.
Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca sui seguenti argomenti: biomonitoraggio di ambienti acquatici, qualità dei prodotti dell’acquacoltura, e soprattutto, relazioni tra qualità ambientale, sicurezza alimentare e salute umana.
Ha svolto attività didattica e seminaristica per conto dell’Università di Siena, nell’ambito di corsi professionalizzanti e corsi di laurea (principali tematiche: ecologia, bioindicatori e sicurezza alimentare), anche a livello internazionale, oltre che di numerosi progetti per l’insegnamento di tematiche teorico-sperimentali inerenti qualità ambientale e sicurezza alimentare.
E’ autrice di articoli scientifici a livello internazionale e di numerose pubblicazioni divulgative.
Attualmente si occupa di inquinamento chimico dei beni culturali, nel contesto di una assegno di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente dell’Università degli Studi di Siena, pur continuando la ricerca nel campo dell’esposizione umana a interferenti endocrini, in collaborazione con l’Istituto di Fisiologia Clinica, Consiglio Nazionale delle Ricerche (IFC-CNR), presso il quale è associata.